Il monte mediterraneo. Una guida per naturalisti

Il monte mediterraneo. Una guida per naturalisti

Libro di divulgazione di Julián Simón López-Villalta de la Tundra editoriale. Una piccola meraviglia che mi ha fatto cambiare la mia visione su molti punti.

Nel libro recensisce tutti i ecologia della foresta mediterranea. Ripercorrendo la storia del Mediterraneo, dei suoi habitat e della biodiversità dove ci racconta di alberi, arbusti, erbe aromatiche, carnivori, granivori, erbivori, impollinatori, parassitoidi, insettivori, decompositori, spazzini.

Una sezione dedicata alla sopravvivenza (siccità, incendi, gelate, ecc.) e un'altra ai rapporti tra specie (predatori e prede, parassiti, competizione, mutualismo e simbiosi e commensali e affittuari)

Come puoi vedere, è uno sguardo completo alle specie vegetali e animali e alle relazioni tra loro e l'habitat in cui vivono. Tutto perfettamente spiegato e integrato, dando una panoramica di come funziona l'ecosistema, perché è così speciale e perché contiene così tanta biodiversità.

E una cosa che amo è la grande quantità di bibliografia che ha lasciato e che voglio consultare per ampliare alcuni aspetti che mi interessano.

È molto difficile ottenere tutte le note a questo articolo, perché avrei quasi l'intero libro sul blog. Quando ci sono poche note le aggiungo. Ecco una visione generale di ciò che puoi trovare e mentre scrivo su alcune specie, relazioni, habitat, ecc. Incorporerò le note specifiche che ho preso per ognuna di esse.

Solo un paio di punti generali molto interessanti sul clima e sugli habitat mediterranei.

Interessa anche a te Un geologo in difficoltàs

Sul clima mediterraneo

È un clima temperato e moderatamente piovoso, con estati calde e secche e inverni miti.
Ciò che contraddistingue il clima mediterraneo è che la stagione secca coincide con il clima con la stagione più calda.

Questo clima mediterraneo si verifica in altre 5 regioni del pianeta. (Sudafrica occidentale, Australia meridionale e sudoccidentale, Cile centrale, California e bacino del Mediterraneo)

Li chiamano i piccoli tropici. Le aree mediterranee sono quelle con la maggiore varietà di piante nella zona temperata del pianeta, oltre ad avere un gran numero di anfibi e rettili e soprattutto un gran numero di endemismi.

Varietà di habitat

habitat delle monete mediterranee e del suo clima

Questa è la sezione che mi è piaciuta di più. Spiega i 5 habitat che possiamo trovare e che non conoscevo. 5 principali tipi di ecosistemi terrestri.

  1. Foresta mediterranea. Foreste basse (10 m - 20 m) e nonostante ciò che la gente crede, nella foresta la varietà di palantas è molto inferiore rispetto ad altri habitat.
  2. Maquis (macchia, macchia). Quando il bosco viene degradato da abbattimenti e/o incendi, ecc., i grandi alberi scompaiono e si passa ad uno stato di bosco disboscato, con pochi alberi e molta più macchia.
  3. Garriga (gariga). Macchia molto chiara, tipica dei terreni calcarei. Crescono molte piante aromatiche, i cui oli favoriscono i fuochi che le aiutano a diffondersi.
  4. timo (Frigana,. Se il terreno continua a deteriorarsi, diventa un timo, con cespugli molto piccoli, simili a una steppa, dove il timo, una delle piante più resistenti del Mediterraneo, finisce per prevalere
  5. rocce. Sono frequenti nelle zone montuose, non c'è quasi nessun terreno per le piante e predominano gli ortaggi più semplici e le piante specializzate (felci, muschi, licheni)

Le zone rocciose tipiche delle zone montuose e le altre 4 correlate tra loro per ciascun ecosistema derivano dal degrado del precedente, dovuto a pascolo, disboscamento, incendi, ecc.

A Ikkaro

Ebbene, il libro mi ha dato la visione d'insieme che cercavo, per il progetto che ho sempre citato e che seppur lento è ancora in corso: lo studio e la catalogazione delle diverse piante animali e il loro rapporto in un ambiente, ma un ambiente locale, cioè della mia regione. Anche se a livello web ho pubblicato solo alcuni argomenti specifici come alcuni file su il centauro o circa i rondoni, le note e la documentazione continuano a crescere.

È un progetto a lungo termine che sto gradualmente plasmando.

Se sei una persona irrequieta come noi e vuoi collaborare al mantenimento e al miglioramento del progetto, puoi fare una donazione. Tutti i soldi andranno ad acquistare libri e materiali per sperimentare e fare tutorial

Lascia un commento